La Concattedrale di Ruvo di Puglia: quando il tempo non intacca la bellezza

Concattedrale di Ruvo di Puglia, provincia di Bari

La Concattedrale di Ruvo di Puglia – in provincia di Bari – è il frutto di una serie di travagliate vicende costruttive, legate all’altrettanto travagliata storia della cittadina pugliese, sottoposta nel tempo a varie distruzioni (nel V, nell’XI, nel XIV e nel XVI secolo).

L’attuale struttura della Concattedrale – in stile romanico-pugliese-gotico – risale con molta probabilità alla seconda metà del Duecento, anche se nei secoli successivi essa è stata sottoposta ad almeno tre importanti modifiche progettuali, che non ne hanno comunque intaccato la bellezza.

Bellezza evidente nella slanciata imponenza della facciata, decorata con raffinatezza da archetti pensili, da un magnifico rosone e da una nicchia che ospita una misteriosa statua (un uomo seduto: figura apocalittica o Federico II?); bellezza eclatante nella ricchezza ornamentale del portale centrale – sontuosamente guarnito di colonnine, grifi, leoni, telamoni – e nella maestosità del vicino campanile, risalente all’anno Mille…

Anche l’interno è una conferma dello splendore di questa antica chiesa, che ospita numerose opere d’arte e che ha tenuto nascosto per millenni un ipogeo – rinvenuto nella prima metà del Novecento – in cui sono conservate tracce di presenza umana a partire dal IV secolo a.C.

C’è sempre tempo per la bellezza.

©Holly Hayes, ©Daniele Cassano, ©Apulia Booking, ©aurelio candido

September 29, 2016

La Concattedrale di Ruvo di Puglia: quando il tempo non intacca la bellezza

Ruvo di Puglia (Bari)
Largo Cattedrale, 1
+39 080 3611169
+39 349 6755318