La Cattedrale di Trani, miracolo tra cielo e terra

Trani, Cattedrale di Santa Maria Assunta, Puglia

La Cattedrale di Trani, in Puglia, si trova dal 1099 là dove l’Adriatico già promette lo Jonio e perde il verde acidulo sotto le squame di un azzurro tiepido e intenso.

Cesare Brandi, critico e storico dell’arte innamorato della Puglia (sulle cui bellezze scrisse numerosi saggi), dedicò al borgo costiero e alla sua meravigliosa Cattedrale romanica – la cui edificazione fu completata all’inizio del XIII secolo – un vero e proprio inno in prosa: Trani eleva un duomo che è alto come un’acropoli e una torre che ne misura la distanza dal cielo.

In effetti, lo spettacolo di questa costruzione intitolata a Santa Maria Assunta è davvero impressionante. Tanto da indurre Brandi a parlare di miracolo: Il miracolo è avvenuto. Come attratti, mare e cielo coagulano: acquistano fermezza di colore e solidità di materia immobile, e, di contro, la pietra che scopre in ruggine e oro, trova spessore aereo e il percorso di lunghi riflessi, lunghi e glauchi come l’oda morta.

L’ignoto, sublime architetto, osserva Brandi, aveva compreso come condurre cielo e mare a cattivarsi l’architettura, come distruggere la naturalità informe nella perenne innaturalità della forma (citazioni tratte da: C. Brandi, “Pellegrino di Puglia”, Bompiani, Milano 2010).

©www.lastpuglia.com, ©Aldo Avarello, ©Marianna, ©david herskovits, ©Giorgio Minguzzi, ©Marie-Hélène Cingal, ©www.atlantedellarteitaliana.it

November 1, 2016

La Cattedrale di Trani, miracolo tra cielo e terra

Trani
Piazza Duomo
+39 0883 500293