La bicicletta di Coppi e il mistero della bottiglia

Immaginiamoci Coppi, “l’uomo solo al comando”, in sella a questa bicicletta Bianchi realizzata all’inizio degli anni Cinquanta e appartenuta al Campionissimo.

Anzi, facciamo di più: immaginiamo che questa sia proprio la bicicletta della leggendaria fotografia in cui Coppi e “Ginettaccio”, l’eterno grande rivale Gino Bartali, sono ritratti sul passo del Galibier, durante il Tour de France del 1952, mentre, senza che si capisca chi dei due sia il donatore e chi il beneficiario, si scambiano la fatidica bottiglia d’acqua.

Allora questo oggetto celeste fatto di legno, metallo, tela, gomma e cuoio; il manubrio a corna; il meccanismo di connessione  tra ruota, catena, corona, pignoni regolato da un cambio posto sul fianco del telaio; i pedali a gabbietta; insomma, tutti gli elementi che costituiscono tale strumento di fatica e gloria prenderanno vita nella fantasia, cominciando a muoversi e a salire sull’erta ripida di quel valico delle Alpi francesi.

Così ognuno potrà decidere chi fu il protagonista del celebre gesto di sportiva magnanimità.

Che, del resto, ambedue sarebbero stati capaci di fare.

Photos via:
www.museoscienza.org/dipartimenti/catalogo_collezioni/scheda_oggetto.asp?idk_in=ST120-00301&arg=Trasporti%20via%20terra

February 4, 2014