La Belle Epoque rivive a Treviso nel Museo Nazionale Collezione Salce

La Collezione Salce, con i suoi 24.580 pezzi, è la più vasta raccolta in Italia e in Europa di affiches, i cartelloni pubblicitari che vennero realizzati a partire dalla fine del 1800.
Raccolti da Ferdinando Salce e dalla moglie Regina Gregory, sono ora disponibili al pubblico nel Museo Nazionale Collezione Salce di recente aperto a Treviso. Si tratta del primo polo italiano dedicato alla pubblicità, una selezione unica che illustra le arti grafiche dai primi del Novecento agli anni Sessanta.

Diverse le mostre che verranno organizzate, a partire da quella di apertura, “Illustri persuasioni. Capolavori pubblicitari dalla Collezione Salce”, che sarà articolata in tre momenti. Il primo è dedicato alla Belle Epoque e sarà possibile ammirare i lavori realizzati anche tra le due guerre e tra il secondo dopoguerra e il 1962.

Per realizzare questa unica e vastissima raccolta, Ferdinando Salice si fece affiancare da esperti del settore, creando un network di professionisti che gli permetteva di accaparrarsi i pezzi migliori del campo della grafica pubblicitaria. Parliamo di editori, tipografi e cartellonisti, il cui prezioso contributo ha permesso di avere a disposizione, oggi, un patrimonio visivo di inestimabile valore culturale.

© www.collezionesalce.beniculturali.it

June 22, 2017

La Belle Epoque rivive a Treviso nel Museo Nazionale Collezione Salce

Treviso
Via Carlo Alberto, 31