Il restauro aperto di Valeria Merlini e Daniela Storti

L’idea risale al 1999. Fu in quell’anno che Valeria Merlini e Daniela Storti inaugurarono il “restauro aperto”, interessantissimo format il cui obiettivo è offrire al pubblico una straordinaria occasione di contatto con un grande capolavoro dell’arte italiana durante un delicato momento del suo percorso conservativo.

In quella prima occasione le due restauratrici – che lavorano insieme da trent’anni nell’ambito della conservazione e cura delle opere d’arte – misero in mostra sé stesse al lavoro sulla stupenda “Madonna dei pellegrini” di Caravaggio, senza allontanare il dipinto dalla sua sede, cioè la Cappella Cavalletti della chiesa romana di Sant’Agostino in Campo Marzio, e realizzando tutte le operazioni sotto gli occhi di chi passava di là.

L’esperienza ebbe successo, e quindi ne seguirono altre, sempre nella capitale, come i restauri pubblici della “Sacra Famiglia” di Giulio Romano, nel 2007, e dell’“Adorazione dei pastori” (altra meraviglia del Merisi), tra il 2009 e il 2010, ambedue effettuati all’interno degli spazi concessi dalla Camera dei Deputati. È stata poi la volta, in tempi più recenti, della “Disputa di Gesù tra i dottori” di Luca Giordano, il cui restauro è stato eseguito con finalità didattiche nell’Aula Magna del Liceo Visconti fra il 2014 e il 2015.

Ovviamente, oltre alle “performance” pubbliche, nella loro trentennale carriera le due restauratrici hanno costruito un notevole palmarès di capolavori presi in cura, che annovera, tra l’altro, opere di Canaletto, del Cavalier d’Arpino, di Tintoretto, di Benedetto Carpaccio, di Giovanni Baglione, di Lucas Cranach e di Giulio Romano.

Eccole al lavoro.

Valeria Merlini e Daniela Storti
Roma
msrestauri@gmail.com
www.msrestauri.com

Photos via:
https://news.artnet.com/art-world/step-inside-roman-conversation-lab-1428736 https://www.msrestauri.com/chi-siamo/

May 15, 2019