Il Museo dell’Opera del Duomo di Firenze: da sempre al lavoro per la bellezza

Museo dell'Opera di Santa Maria del Fiore, Firenze

Sala del Paradiso, dominata dal modello, in scala 1:1, dell’antica facciata di Santa Maria del Fiore, mai finita e distrutta nel 1578

Il Museo dell’Opera del Duomo di Firenze fu inaugurato nel 1891, ma la sua storia è molto più antica: le sue origini risalgono alla fine del XIII secolo, e sono legate all’edificazione della Cattedrale di Santa Maria del Fiore.

L’“Opera del Duomo” era un’istituzione municipale costituita da operai, artisti e amministratori direttamente impegnati nella costruzione della chiesa più importante della città: un’operazione che, come spesso, e un po’ ovunque, accadeva a quei tempi, durò vari secoli, tanto da diventare oggetto dell’ironia dei fiorentini, nelle parole dei quali le lungaggini più banali della vita venivano assimilate alla fabbrica “eterna” dell’edificio sacro: “La cosa non finisce mai, come l’Opera di Santa Maria del Fiore”.

La lentezza fa bene all’arte, e ha fatto il bene anche di questa istituzione, che non cessò di esistere quando il Duomo fu terminato (1436), ma è continuata a crescere in storia e opere, tanto da diventare la più grande raccolta di scultura monumentale fiorentina del mondo: capolavori medievali e rinascimentali in argento, bronzo e marmo realizzati dai più importanti artisti dell’epoca sono oggi ospitati in ventotto sale disposte in seimila metri quadrati di superficie. A disposizione di tutti.

Recentemente – ottobre 2015 –, il Museo dell’Opera del Duomo è stato riaperto al pubblico dopo ulteriori lavori di ampliamento: da queste parti si non si finisce mai di lavorare per la bellezza.

Photos via:
www.ilgrandemuseodelduomo.it

February 24, 2016

Il Museo dell’Opera del Duomo di Firenze: da sempre al lavoro per la bellezza

Firenze
Opera di Santa Maria del Fiore di Firenze, via della Canonica, 1
+39 055 2302885
+39 055 2302898