Il Museo della Musica di Bologna

Il Museo internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna ospita una vasta collezione di libri, dipinti e strumenti musicali. Tra questi ultimi, un pianoforte a coda Pleyel del 1844 appartenuto a Gioachino Rossini, il grande compositore pesarese, autore del “Barbiere di Siviglia” e del “Guglielmo Tell”.

Rossini – cui si attribuisce una frase che pare una specie di scommessa “musicale” con il mondo: «Datemi una nota della lavandaia e la metterò in musica» – fu molto legato alla città di Bologna, e a lui è dedicata un’intera sala del Museo, nella quale sono esposti, oltre agli spartiti autografi del “Barbiere” e dello “Stabat Mater”, anche singolari effetti personali, tra cui un parrucchino e una vestaglia da camera.

Inaugurato nel 2004, il Museo internazionale e Biblioteca della Musica ha due sedi: a Palazzo Sanguinetti, nel centro storico della città, sono esposti soprattutto strumenti musicali – clavicembali, spinette, oboi, corni inglesi, flauti, pianoforti rettangolari e a coda – realizzati tra il XVII e il XX secolo.

La Biblioteca ha sede invece nei locali del Convento di San Giacomo, che ospita anche il Conservatorio di musica G. B. Martini. In essa sono conservati straordinari e rarissimi incunaboli, manoscritti, libretti d’opera, autografi e lettere, databili fra il Cinquecento e il Settecento.

Anche questo Museo è una scommessa “musicale” con il mondo.

Photos via:
www.flickr.com/photos/museo_della_musica_di_bologna/with/5335127355/#photo_5335127355 www.museomusicabologna.it/strumenti.htm www.pentagono.it/2012/03/museo-della-musica-bologna/ www.viverebo.it/index.php?id=98&getevent=1159

December 10, 2013

Il Museo della Musica di Bologna

Bologna
Museo Palazzo Sanguinetti
 Strada Maggiore, 34

+39 051 2757711
+39 051 2757728