Il Museo del Volo: i pionieri dell’aria, tra memorabilia e cimeli

“Così si va fino alle stelle”. E’ questa la frase che Luigi XVI  disse ai fratelli Montgolfier, inventori della mongolfiera, nel 1783. Una magia, quella del volo, che viene celebrata dal museo omonimo presso il Castello di San Pelagio, in provincia di Padova. Un luogo suggestivo, che racconta l’incanto e il sogno di librarsi nell’aria, attraverso i protagonisti che hanno fatto la storia. Qui si celebrano tutti i momenti clou che hanno cambiato l’aviazione, con modelli di aerei, come quello che utilizzò Lindbergh per la sua trasvolata atlantica, percorsi espositivi e installazioni speciali, come la sala che ricrea un vero viaggio in mongolfiera tramite giochi di luce, effetti sonori e mapping.
Fulcro del museo, l’impresa di Gabriele D’Annunzio, che proprio da questi luoghi, al comando dell’87° Squadriglia “La Serenissima”, il 9 agosto 1918 decise di lanciare nel cielo di Vienna migliaia di volantini che inneggiavano alla resa durante la Prima Guerra Mondiale.

Due i percorsi espositivi: un primo esterno, nei giardini della villa, con modelli di aerei e sistemi bellici e un secondo interno, con trentotto stanze tematiche dedicate ai protagonisti della storia del volo, con memorabilia e cimeli personali. Si va da Leonardo ai fratelli Montgolfier, ai Wright, Nobile e Balbo, fino ad arrivare a Jurij Gagarin, Neil Amstrong e Samantha Cristoforetti, che hanno portato l’essere umano ben oltre l’atmosfera terrestre, alla conquista dello spazio e di nuove galassie.
Il percorso espositivo rende omaggio anche alle grandi figure femminili della storia dell’aviazione, come Amelia Earhart, la prima donna che attraversò Atlantico e Pacifico, Gaby Angelini, pioniera dell’aria e Raymonde de Laroche, la prima donna ad ottenere un brevetto di volo, l’otto marzo 1910.
Il Museo del Volo celebra dunque il desiderio ancestrale dell’essere umano di elevarsi verso l’alto e lo fa omaggiando i visionari e coraggiosi che nei secoli passati hanno fatto da pionieri,  alla scoperta di quanto di più ineluttabile e misterioso ci sia: il cielo sopra di noi.

PHOTOS VIA:
www.castellosanpelagio.it

November 8, 2018

Il Museo del Volo: i pionieri dell’aria, tra memorabilia e cimeli

35020 Due Carrare (PD)
Via S. Pelagio, 50
049 912 5008