Il Mosaico del Gladiatore: combattimenti all’ultimo sangue

Mosaico del Gladiatore, Galleria Borghese di Roma - Mosaic of the Gladiator, Borghese Gallery in Rome

A ogni lottatore il proprio nome, a imperitura memoria: sono scritti nel Mosaico del Gladiatore, opera dell’inizio del IV secolo d.C. attualmente conservata nella Galleria Borghese di Roma.

Si tratta, tra gli altri, di Astacius, Astivus, Rodan, Belleronfons, Cupido, Aurius, Alumnus, Serpeniius, Meliio, Mazicinus…

Accanto ai corpi riversi e insanguinati di coloro che sono stati uccisi c’è un piccolo segno, che pare uno zero spaccato: in realtà è il “Theta nigrum”, probabilmente l’iniziale della parola greca “thanatos”, che significa “morte”.

Alumnus ha vinto: appartiene alla classe dei “reziari”, gli unici gladiatori che combattono a volto scoperto, eroi veloci e leggeri armati di rete, tridente e pugnale, campioni degli stadi, oggetto di idolatria collettiva e dei desideri più inconfessabili delle donne.

Ai suoi piedi giace morto in una pozza di sangue Mazicinus, un “secutor”, gladiatore “inseguitore” dotato di elmo, scudo e “sica”, piccola spada ricurva.

Scriveva Cicerone: Avete mai sentito un gladiatore lamentarsi, impallidire, comportarsi da vigliacco durante la lotta o cadendo a terra? Ne avete mai visto uno, caduto sulla sabbia dell’arena, tirare indietro il collo dopo l’ordine del magistrato di lasciarsi sgozzare? (dalle “Tuscolanae disputationes”).

E c’è anche Serpeniius, gladiatore “bestiarius” che con una lancia colpisce alla gola una pantera, uno degli animali selvatici di cui si riempivano gli anfiteatri, il Foro romano e il Circo Massimo per il divertimento del popolo.

Così annotava Giovenale: Ecco un patrizio specializzato nella caccia alle bestie feroci. Per questi nobili raggiungere la vecchiaia sta diventando un miracolo da quando Nerone ha cominciato a costringerli a mostrare al popolo il loro coraggio esibendosi nel circo (dalle “Saturae”).

Photos via:
www.atlantedellarteitaliana.it

December 5, 2016

Il Mosaico del Gladiatore: combattimenti all’ultimo sangue

Roma
Piazzale Scipione Borghese, 5
+39 06 8416542
+39 06 8840756