Il Biscottificio Mattei e i cantucci della dimenticanza

Biscottificio Mattei, Prato, cantucci

Zucchero, uova, farina, mandorle, pinoli impastati e qualche segreto che si tramanda dal 1858: la ricetta dei cantucci di Prato è semplice, e i segreti sono quelli che il “fabbricante di biscotti e altri generi” Antonio Mattei aggiunse a metà del XIX secolo a un antico procedimento seicentesco da lui recuperato.

Il Biscottificio Antonio Matteioggi condotto dalla famiglia Pandolfini nella medesima sede originaria di via dell’Appianato, attuale via Ricasoli – sforna ogni giorno i meravigliosi e celebri biscotti secchi alle mandorle che ammaliarono Hermann Hesse.

Lo scrittore tedesco, nel suo libro di ricordi “Italia”, racconta di essersi un giorno recato a Prato per aiutare un suo connazionale a risolvere una questione di cuore, e di aver dimenticato il motivo del suo viaggio per colpa di un conoscente pratese da cui era stato intrattenuto in una merenda: Arrivarono anche i biscotti… così che nel divertimento generale scordai completamente il mio uomo e l’incarico che mi aveva affidato… Sapete come sono famosi i biscotti di Prato!.

Se non lo sapete, il Biscottificio Mattei può darvi una risposta più che esauriente.

Photos via:
www.antoniomattei.it

October 27, 2016

Il Biscottificio Mattei e i cantucci della dimenticanza

Prato
Biscottificio Antonio Mattei, Via Ricasoli, 20
+39 0574 25756