I tesori di bellezza dell’Adsi, patrimonio inestimabile di arte e storia

Villa Dosso Pisani, Como

Pubblichiamo volentieri un articolo di Francesco Sforza, presidente regionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane del Lazio (Adsi), in cui sono illustrati gli obiettivi dell’importante organizzazione no profit

di Francesco Sforza

L’Associazione Dimore Storiche Italiane, nota sotto l’acronimo Adsi, è un’organizzazione no profit privata che rappresenta la massima concentrazione di dimore, giardini e castelli storici in Italia. Fondata oltre trentacinque anni fa, si pone l’obiettivo di proteggere e aiutare a conservare per le generazioni future questo immenso patrimonio.

Salvo alcuni rari casi in cui esiste un “fedecommesso” (un istituto giuridico derivato dal diritto romano, con funzione simile al fondo fiduciario), molti dei tesori originariamente parte di una singola eredità sono stati smembrati nel tempo. L’ Adsi si occupa di richiedere attivamente al governo i benefici fiscali e legislativi utili a conservare intatti questi beni.

La nostra associazione è la più grande d’Europa – e quindi del mondo! – per numero di membri e di dimore storiche rappresentate.

Oggi il nostro impegno si concentra nell’aprire al pubblico il maggior numero possibile di queste ville e castelli, dove la vita continua nel rispetto delle antiche tradizioni tra innumerevoli tesori nascosti. Penso ai moltissimi tesori invisibili di Roma, come, per fare solo qualche esempio, il Caravaggio della collezione Odescalchi o la collezione Vanvitelli di Palazzo Colonna, oggi ammirabili solo su appuntamento.

Ma c’è un mondo intero di tradizioni e tesori ben conservati che, purtroppo, sono a disposizione solo dell’occhio raffinato degli esperti o dei pochi privilegiati che hanno la curiosità di incontrare di persona gli eredi del glorioso passato dell’arte italiana.

L’Italia è un Paese di forti tradizioni, che spesso ha fatto e continua a fare scuola in Europa, sia con diverse forme d’arte sia con lo stile di vita. Molte delle raffinate abitudini della corte francese furono “importate” da Caterina e Maria de’ Medici quando andarono in moglie ai sovrani d’Oltralpe. Oggi la moda, il cibo e i vini italiani sono tra le ricchezze più ricercate ovunque per eccellenza e gusto. Spesso però i beni di lusso vengono copiati e le società acquistate, con il rischio che queste cose uniche perdano la loro identità più profonda. Le dimore storiche che rimangono nelle mani dei loro proprietari originali invece difendono la tradizione e il vero “Italian way”.

Di recente abbiamo lanciato un nuovo sito internet che permette al globetrotter moderno di scovare questi tesori, e in qualche caso persino di viverci per qualche giorno di “slow holiday”, alla scoperta della vera essenza del patrimonio culturale del Bel Paese.

L’obiettivo dell’ Adsi non è promuovere castelli “disneyani”, trasformati in attrazioni turistiche e dotati di tutti i fronzoli delle strutture moderne, ma mantenere l’autenticità di un’esperienza culturale vera, e per questo ben più preziosa.

September 14, 2015

I tesori di bellezza dell’Adsi, patrimonio inestimabile di arte e storia

A.D.S.I. Sede centrale
Largo dei Fiorentini, 1, Roma
+39 06 68307426
+39 06 68802930