I paesaggi romani di Alvaro Gabriele

Ecco un’antologia di opere di Alvaro Gabriele, artista romano che, con le sue vedute capitoline («atmosfere rarefatte, paesaggi dilatati, natura quale mera presenza, architetture improbabili e prepotenti»: questa l’efficace sintesi di un critico), si riconnette, senza soluzione di continuità, alla tradizione classico-rinascimentale e classico-barocca, riconoscendo esplicitamente in essa le proprie radici, etiche ed estetiche. I riferimenti più immediati sono, tra gli altri, Juvarra, Pannini, Piranesi, Bibbiena, Boullée.

Gabriele concepisce il classicismo, l’eredità classica, come “eterno moderno”: «l’arte italiana», spiega, «è stata grande, nei secoli, solo quando si è sottratta alle contingenze stilistiche delle varie epoche per guardare dentro sé stessa e al proprio “fasto ereditario”».

Le opere di Gabriele sono pubblicate nelle serie “La Magnificenza di Roma”, “Vedute di Roma”, “Fasto romano”, “Roma barocca”, “Ricostruzione barocca dell’universo”.

Photos via:
www.alvarogabriele.it www.romaclassica.it

September 6, 2019