Gola di Gorropu in Sardegna, la realtà supera la leggenda

Sardegna, Gola di Gorropu

Si dice che la profondissima Gola di Gorropu, nel Supramonte, in Sardegna, non sia popolata soltanto da volpi e ghiri, gatti selvatici e mufloni, martore e cinghiali.

C’è chi giura di aver visto creature inquietanti aggirarsi furtive in questo canyon, esseri simili ai leggendari troll nordeuropei che rapiscono uomini e animali nell’oscurità di notti di tregenda.

E quasi si trattasse di un luciferino crossroad sardo, raccontano anche che nel cuore buio di questo straordinario squarcio di roccia profondo cinquecento metri si consumino infausti commerci tra anime dannate e il Tentatore.

C’è pure chi sostiene convintamente che in certi periodi dell’anno dalla gola di Gorropu si riescano a vedere le stelle in pieno giorno.

Leggende. In realtà, da queste parti si può sicuramente stare a guardare stupiti la meraviglia rara originata dall’erosione millenaria del Rio Flumineddu.

Una meraviglia in grado di offrire esperienze naturalistiche eccezionali che non sono miti popolari. Come – ma è solo un esempio – quella del vento che soffia a velocità formidabile fra le pareti di roccia del canyon. O le tante specie rare di piante e animali ospiti di un habitat particolare.

Photos via:
www.flickr.com/photos/feliciabudel/6059531728 www.flickr.com/photos/vitalyboyko/15121195660 www.flickr.com/photos/terzocchio/6189999870 www.flickr.com/photos/sardovit/1805389489 www.panoramio.com/photo/58853563 www.flickr.com/photos/44479841@N05/4092382798

February 4, 2015

Gola di Gorropu in Sardegna, la realtà supera la leggenda

Urzulei (Og)
Strada Statale 125, km 183