Gli spartiti di Crepax, l’artista che non amava il pop

Crepax spartiti

Per Guido Crepax (1933-2003) la musica era molto importante. Il grande fumettista milanese – figlio di un musicista, primo violoncello alla Scala – era un amante del jazz americano, genere che ascoltava in continuazione, anche mentre lavorava, e tra i suoi musicisti preferiti citava spesso Louis Armstrong, Dizzy Gillespie, Miles Davis, Chet Baker e Gerry Mulligan.

Crepax era anche un raffinato intenditore di musica classica, prediligendo tra gli autori contemporanei Alban Berg.

Ma il pop, no, quello pare non gli interessasse proprio.

Nonostante tale dichiarata indifferenza, durante la sua carriera ha illustrato decine di copertine di dischi di canzonette, nonché di spartiti musicali di musica leggera.

Eccone una serie: più belli e leggeri di così…

April 25, 2014