Giorgio Upiglio, incisore, stampatore ed editore

Giorgio Upiglio, incisore e stampatore milanese, ha lavorato con artisti celebri. Tra le sue mani sono passate le opere di De Chirico, Adami, Baj, Calder, Del Pezzo, Duchamp, Giacometti, Fontana, Lam, Morandi, Miró, Paladino, Scanavino, Man Ray, Sesma, Vedova.

Eppure, a chi lo interroga sui suoi rapporti con questi personaggi, è solito rispondere che ha goduto veramente del suo mestiere soprattutto collaborando con gli artisti sconosciuti, quelli che, come lui continua a fare, osservano in silenzio il lavoro dei grandi maestri, per rubare i loro segreti.

L’inizio della carriera di Upiglio risale al 1945, nella tipografia di famiglia, a Porta Vittoria, a Milano, dove impara le tecniche della tipografia, della stampa, della litografia e della calcografia. Ed è a partire dagli anni Sessanta, dopo l’inaugurazione della sua stamperia, “Grafica Uno”, che il suo nome inizia a essere conosciuto in tutto il mondo. Da allora comincia a tenere conferenze e corsi di stampa in varie università – negli Stati Uniti, in Messico – e ai suoi lavori vengono dedicate rassegne espositive ovunque – Roma, Stoccolma, Colonia – e ampi spazi in cataloghi e riviste internazionali.

Nonostante il successo, questo grande artigiano non smette di imparare. Anzi, di “rubare” i segreti dei maestri.

 

Photos via:
www.flickr.com/photos/fondazionecologni/sets

December 14, 2013

Giorgio Upiglio, incisore, stampatore ed editore

Milano
Via G. Fara, 4
+ 39 02 66981977