Filiberto Mateldi e “Il Taccuino dello Sport”

“Il Taccuino dello Sport” è uno dei 93 volumi pubblicati dalla casa editrice Utet tra il 1932 e il 1936 nella fortunatissima collana per ragazzi “La Scala d’oro”, il cui intento era «prendere il bambino a sei anni» e accompagnarlo «su su, fino ai tredici, di anno in anno, con otto serie distinte, sì che la fatica dei genitori si riduce a leggere sulla copertina dei volumi l’età per cui essi sono stati scritti».

Tra i titoli pubblicati in questa “enciclopedia per ragazzi”, appaiono riduzioni di opere letterarie e lavori narrativi originali. Ma anche opere che trattano argomenti vari: storia e geografia, biologia, storia dell’arte e, appunto, sport.

Della collana ideata negli anni Trenta da Vincenzo Errante e Fernando Palazzi, quattordici titoli furono illustrati dal Filiberto Mateldi (1885-1942), pittore e scenografo, collaboratore, dagli anni Venti, di riviste per ragazzi (“Il Giornalino della domenica”, “Il Balilla”) e successivamente prestigiosa firma del disegno di moda (lavorerà per “Lidel” e “L’illustrazione italiana” e sposerà, nel 1930, la collega Brunetta Moretti, anche lei celebre disegnatrice di moda).

“Il Taccuino dello Sport” è uno dei testi firmati da Mario Buzzichini, autore per “La Scala d’oro” anche di altri libri di narrativa, come quelli del cosiddetto “ciclo di Tompusse”, le divertenti avventure di un personaggio ispirato a Pollicino.

January 17, 2014