Fantasmi, musica e luce del Castello Pallotta

castello-pallotta-01.1

In ogni castello si aggira un fantasma. Il Castello Pallotta – a Caldarola, piccolo comune delle Marche in provincia di Macerata – non fa eccezione, anche se nel suo caso si tratta di una presenza benevola e discreta, quella di una donna che, secondo quanto narra la leggenda, dà notizia di sé attraverso l’improvviso manifestarsi, negli spazi delle bellissime sale, della dolce musica di un flauto e di fasci di luce.

La donna, Maddalena Pallotta, vissuta nella metà del XIX secolo, apparteneva alla nobile famiglia marchigiana che, nella persona del cardinale Evangelista, alla fine del Cinquecento si incaricò di restaurare e ampliare un’antica struttura fortificata risalente al IX secolo.

Maddalena, sfruttando il prestigio della schiatta, era riuscita a sposare il cugino Giuseppe di cui era follemente innamorata, sebbene purtroppo non ricambiata. Un matrimonio forzato (l’uomo amava un’altra donna) le cui dolorose conseguenze condussero Maddalena a una morte precoce e al successivo malinconico “prolungamento” fantasmatico della sua permanenza nelle stanze del maniero.

Naturalmente il Castello Pallotta ospita bellezze artistiche vere e documentabili. Di tali meraviglie si può godere senza dover attendere il capriccio di un antico spettro. Eccone una anticipazione fotografica.

Photos via: ©www.castellopallotta.com, ©Lorenzo Lambertucci, ©Maurizio

July 23, 2018

Fantasmi, musica e luce del Castello Pallotta

Caldarola (Macerata)
Via Castello
+39 0733 905467
+39 347 7974639