Cinque magnifiche botteghe storiche di Genova

Tripperia La Casana

Molte vie e piazze del centro storico di Genova portano i nomi delle corporazioni dei mestieri che nel Medio Evo praticavano lì la loro arte.

Piazza dei Tessitori, via dei Pescatori, vico dei Tintori, dei Fornai, dei Corrieri… Non solo un popolo di navigatori ed esploratori globetrotter, insomma, quello dei genovesi: molti di loro non hanno mai attraversato il mare, ma sono rimasti in patria a praticare attività magari meno altisonanti, ma non meno utili e nobili di quelle esperite da celebri concittadini conquistatori di fama in luoghi lontani e ricordati nei libri di storia.

La storia di questa affascinante città scorre infatti anche attraverso i caruggi, che il mare lo lambiscono soltanto: qui vive un popolo che le proprie piccole e grandi avventure le ha vissute, e le vive, sulla terra ferma («della razza di chi rimane a terra», per dirla con i versi del grande poeta genovese Eugenio Montale).

Nei secoli le botteghe artigianali del capoluogo ligure si sono moltiplicate, e oggi la relazione diretta tra toponomastica e opifici in attività non c’è più (anche se vi sono simpatiche eccezioni, come quella di via dei Macelli di Soziglia, dove effettivamente qualche macelleria ancora esercita a tempo pieno l’attività commerciale).

Nel 2011 le botteghe storiche di Genova – quelle con più di settant’anni di storia – sono iscritte a un Albo, nato per tutelare e tramandare tale unicità.

Abbiamo scelto cinque di queste splendide botteghe, che visiteremo in un piccolo itinerario di un chilometro nel cuore storico della Superba città.

Partiamo dalla Tripperia La Casana – dal nome del vicolo in cui è situata – che dal 1811 compone piatti a base di trippa, elaborata come due secoli fa, per chi, allora come oggi, aveva necessità o voglia di mangiare qualcosa di tipico ma di non economicamente e logisticamente impegnativo: quindi si può gustare, dietro il bancone, trippa alla ligure o, se il cuoco acconsente, la “sbira”, il brodo di trippa, pasto caratteristico degli operai genovesi.

Tripperia La Casana
Vico Casana, 3r
Tel: +39 010 2474357
Apertura dal lunedì al sabato, dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 16.00 alle 19.00.

Tripperia La Casana

Tripperia La Casana

Percorrendo fino in cima vico della Casana, giriamo a sinistra su via di Soziglia e, procedendo sempre diritti su via degli Orefici e via Banchi, giungiamo all’incrocio con via Ponte Reale, dove, al numero 3 rosso, incontriamo la bottega dell’incisore Luigi Busellato, su strada dal 1896 con la sua “Fabbrica di timbri e placche in ferro smaltato e ottone”, come recita la vecchia insegna. I metodi antichi di realizzazione di timbri, incisioni, stampe e targhe fanno di questo luogo uno scrigno di tradizioni intatte che accoglie e mette a frutto tutta la gamma di possibilità offerte dalle nuove tecnologie.

Luigi Busellato s.n.c.
Via Ponte Reale, 3r
Tel. e Fax +39 010 2472344
info@busellato1896.it
www.busellato1896.it
Apertura dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00, il sabato dalle 9.00 alle 12.30.

Luigi Busellato s.n.c.

Luigi Busellato s.n.c.

Luigi Busellato s.n.c.

Luigi Busellato s.n.c.

Facile raggiungere la Libreria Antiquaria Dallai basta percorrere via di Sottoripa (che incrocia via Ponte Reale), svoltare su vico delle Compere e entrare in Piazza De Marini: da settant’anni, nel palazzo De Marini-Croce (Patrimonio dell’Umanità Unesco), i componenti della famiglia Dallai fanno da guide sapienti tra carte geografiche, pregiate stampe – specialmente a soggetto navale e marinaro – e volumi antichi realizzati a partire dal XVI secolo. La storia di Genova degli ultimi quattro secoli è conservata qui.

Libreria Antiquaria Dallai
Piazza De Marini, 11r/13r
Tel. e Fax: +39 010 2472338
info@libreriadallai.it
www.libreriadallai.it
Apertura dal lunedì al sabato, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.15.

Libreria Antiquaria Dallai

Libreria Antiquaria Dallai

Libreria Antiquaria Dallai

Libreria Antiquaria Dallai

La nostra quarta tappa è Sa Pésta, trattoria che dagli anni Cinquanta del Novecento opera in via dei Giustiniani (che raggiungiamo percorrendo Vico dei Cassai e Via di Canneto il Curto). Piatto forte è la farinata, «intriso di farina di cece rosso fatto cuocere in olio entro d’una tegghia», come recita un antico ricettario genovese. Ma anche le torte (di cipolle, di verdure, di bietole, di riso, con le acciughe) la fanno da padrone, con l’ingrediente principale che si chiama “prescinséua”. Strepitose vivande popolari.

Sa Pésta
Via dei Giustiniani, 16r
Tel: +39 010 2468336
www.sapesta.it
Apertura: pranzo: dal lunedì al sabato, dalle 12.00 alle14.00; cena: dal giovedì al sabato, dalle 19.00 alle 20.30 (20.30 ultimo ingresso); solo su prenotazione; festivi sempre chiuso.

Sa Pésta

Sa Pésta

Sa Pésta

Sa Pésta

Sa Pésta

Sa Pésta

Da via dei Giustiniani, percorrendo vico delle Virtù, arriviamo alla nostra ultima tappa: la Drogheria Torielli, in via di san Bernardo, 32. Sta qui dalla fine del XIX secolo, con le sue vetrinette e i suoi mobili primonovecenteschi che ospitano prodotti naturali, miele, the, infusi, duecentocinquanta tipi di spezie provenienti da tutto il mondo, essenze, cioccolata, caramelle… La tradizione degli speziali genovesi è tutta concentrata qui, dietro il bancone laccato bianco in stile liberty.

Drogheria Torielli
Via di San Bernardo, 32
Tel.: +39 010 2468359
Apertura dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.20. Chiuso tutta la domenica e mercoledì pomeriggio.

Drogheria Torielli

Drogheria Torielli

Drogheria Torielli

Drogheria Torielli

Photos via:

April 15, 2016

Cinque magnifiche botteghe storiche di Genova

Genova, centro storico