Casa Museo Lodovico Pogliaghi: abitazione come opera d’arte totale

Lodovico Pogliaghi è stato scultore, pittore, decoratore e scenografo. Nato a Milano l’8 gennaio 1857, viene ricordato come un artista eclettico a metà tra il tardo Romanticismo e le ispirazioni Liberty e grande collezionista, dall’instancabile vocazione creativa e la totale dedizione all’affinamento delle proprie abilità tecniche ed espressive.

Pogliaghi è stato un artista molto prolifico. Tra le tante opere realizzate troviamo il Crocifisso per l’altare maggiore del Duomo di Milano, il gruppo colossale della Concordia per l’Altare della Patria a Roma, la tomba di Camillo e Arrigo Boito a Milano, le porticine del tabernacolo, un Crocifisso in argento e sei statue bronzee per l’altare maggiore del Duomo di Pisa. La sua creazione più nota, però, è certamente la porta centrale del Duomo di Milano, alla quale lavora tra il 1894 e il 1908. Il calco in gesso del manufatto originale è conservato nella Casa Museo dedicata al Maestro, che si trova sul Sacro Monte di Varese.

Pogliaghi stabilì qui il suo buen retiro quando, verso il 1885, acquistò dei terreni mentre stava lavorando al restauro delle cappelle e del santuario. Si dedicherà poi per tutta la vita alla sistemazione di questo luogo, che concepì come un laboratorio-museo dedicato alla propria passione per il collezionismo e l’arte, nonché rifugio ideale per la riflessione e lo studio.
Oggi la Villa custodisce più di 1500 opere tra sculture, dipinti, bozzetti e gessi realizzati dall’artista, ma anche oggetti bizzarri e preziosi, reperti egizi, etruschi e greco-romani, tessuti antichi e opere che comprendono un periodo che va dal Rinascimento al Barocco. Gli ambienti sono ricchi ed opulenti e rappresentano la visione del Maestro, che viveva la casa come un’opera d’arte totale, espressione di se stesso e della propria concezione creativa.

Tra le tante sale meravigliosamente arredate, spicca la Galleria Dorata, il cui soffitto riproduce in scala 1:4 quello in gesso, stucco dorato e specchi realizzato dall’artista per la sala da bagno del terzultimo Scià di Persia. Il sovrano lo ricompensò con delle lastre di alabastro che Pogliaghi impiegò per realizzare un bovindo, che conferisce alla stanza un’atmosfera magica. Nella sala si trovano anche due sarcofagi egizi.
Eccezionale anche l’Esedra, concepita dallo scultore ispirandosi al Pantheon di Roma e dove esprime al massimo il proprio gusto per il “pastiche” ottocentesco, accostando con apparente casualità ceramiche, pavimenti in mosaico, opere egizie, etrusche e greco-romane, in un climax ascendente del proprio estro scenografico.

Casa Museo Lodovico Pogliaghi
Via Beata Giuliana, 5 (ingresso da Via del Santuario),
Santa Maria del Monte, Varese
Tel.: +39 3288377206
www.casamuseopogliaghi.it
info@casamuseopogliaghi.it

Photos via:
www.casamuseopogliaghi.it www.sacromontedivarese.it/content/images/appuntamenti/header/giardino_Pogliaghi.jpg https://www.varesenews.it/evento/concerti-casa-pogliaghi/ www.varesepolis.it/varese-ricco-weekend-tra-fede-motori-e-sacro-monte-41407.html https://it.wikipedia.org/wiki/Lodovico_Pogliaghi#/media/File:Casa_Museo_Lodovico_Pogliaghi,_Santa_Maria_del_Monte,_Varese_02.jpg https://elysarte.com/tag/fai/

April 2, 2019