“Brixia Contemporary”, l’ouverture di Mimmo Paladino

“Brixia Contemporary”, l’ouverture di Mimmo Paladino

"Specchi ustori", 2017, ottone dipinto e serigrafato, foto ©Pasquale Palmieri (pasqualepalmieri.it)

Ha avuto inizio lo scorso 6 maggio a Brescia, e durerà fino al 7 gennaio dell’anno prossimo, l’avventura di “Brixia Contemporary”, una suggestiva iniziativa d’arte realizzata nella città lombarda che ha come illustre “apripista” Mimmo Paladino, scultore, incisore e pittore campano (è nato nel 1948 a Paduli, in provincia di Benevento).

Si tratta di un progetto – voluto e organizzato dalla Fondazione Brescia Musei e dal Comune di Brescia – il cui ambizioso obiettivo, come ha spiegato il presidente della Fondazione Brescia Musei Massimo Minini, è trasformare la città con uno sguardo dando voce ad artisti internazionali che svelino un nuovo punto di vista sullo spazio urbano del centro storico bresciano, grazie al dialogo tra le opere selezionate per l’occasione e i luoghi che le accoglieranno.

Nell’“ouverture” affidata a Paladino si mette in scena un affascinante dialogo urbano fra antico e contemporaneo, che si dipana nelle vie centro storico, tra piazza della Vittoria, piazza della Loggia e il Duomo, in un percorso in cui le opere dell’artista – tra cui i famosi totem – sono ospitate nei luoghi simbolici della città romana, longobarda, rinascimentale neoclassica e, ovviamente, contemporanea.

May 15, 2017