Beyond the Gates, la bellezza nascosta delle dimore storiche italiane

Alessandro e Giacomo Cavazza sono due fratelli che spalancano le porte alla bellezza. Con il loro progetto “Beyond the Gates”, accompagnano gli amanti dell’Italia oltre le soglie dei cancelli di magnifiche dimore storiche disseminate per il Paese, in località note e in altre meno conosciute ma non meno affascinanti. Luoghi magici che conservano da secoli tesori d’arte ignoti ai più, splendidi scrigni di storie di cui pochissimi fortunati sono al corrente. Non solo. Confezionano viaggi su misura, o meglio, veri e propri itinerari culturali in luoghi incantevoli di norma inaccessibili al pubblico. Mete che spesso invitano a raggiungere salendo a bordo di auto storiche o imbarcandosi su antichi velieri.

Abbiamo chiesto loro di raccontarci un po’ di cose su questo bellissimo lavoro.

“Beyond the gates”, oltre i cancelli: una formula intrigante… Che cosa c’è “oltre”?

Alessandro: L’Italia è un Paese straordinario oltre ogni immaginazione, e per rispondere a questa domanda bisogna pensare a Palermo: una città, ancora poco conosciuta, che, vissuta dalle strade, può a tratti sembrare appassita. Ma all’interno dei suoi antichi palazzi ospita storie e opere d’arte che le sobrie facciate non farebbero mai presagire: dipinti, arredi, lampadari, opere d’arte di ogni tipo, spesso commissionate e ancora oggi custodite da famiglie che, a secoli di distanza, si prendono cura di questi gioielli nascosti. L’Italia è tutta così, e ogni casa cela i suoi segreti.

Interno del Castello di Tabiano, Salsomggiore Terme (Parma)

Interno del Castello di Tabiano, Salsomggiore Terme (Parma)

Com’è nata la vostra passione per la bellezza delle dimore storiche italiane?

Giacomo: La nostra famiglia ci ha sempre trasmesso la curiosità, la passione e il rispetto verso l’antico. Nostro nonno Novello si rese promotore del restauro del cortile e del ninfeo del Palazzo Borghese di Roma, vincendo nel 1999 il Premio Sotheby’s per il miglior restauro. Nel 2012, a oltre novant’anni, seguiva quotidianamente i lavori di restauro delle facciate infilandosi il casco e arrampicandosi sulle impalcature. La sua passione è stata contagiosa. Da due anni io affianco nostro nonno Giacomo nei restauri e nella gestione del castello di Tabiano. I lavori sono destinati a durare generazioni, li completeranno forse i nostri figli o nipoti, a cui vorremo trasmettere questa passione. Queste case per noi sono infinitamente più importanti di un insieme di mattoni: significano tradizioni, storie vissute, il lavoro di centinaia di muratori, artisti, architetti, ingegneri, decoratori, falegnami, fabbri e carpentieri. Ogni proprietario di una dimora storica ha la responsabilità di far sì che tutto questo lavoro non vada perduto.

Il vostro è un mestiere affascinante, e probabilmente anche impegnativo: quali i passaggi fondamentali per il confezionamento di un viaggio su misura?

A: Il primo fondamentale passo è la conoscenza del territorio, delle case e delle persone. Senza conoscere è impossibile raccontare. Dedichiamo molto tempo ai sopralluoghi e alla preparazione dei viaggi, e non esiste un nostro catalogo di itinerari prestabiliti. L’idea che ci anima è quella di studiare accuratamente ogni percorso sulla base dei desiderata dei nostri ospiti. Questo richiede tempo e fatica, ma ci consente di proporre ai viaggiatori esperienze indelebili, e di renderli partecipi della vita dei luoghi che li accompagniamo a scoprire.

Interno del Castello di Tabiano, Salsomggiore Terme (Parma)

Interno del Castello di Tabiano, Salsomggiore Terme (Parma)

Siete al centro di un fitto intreccio di rapporti con persone e realtà italiane che hanno a che fare con la bellezza in tutte le sue forme… Come l’avete costruito?

G: Siamo partiti dalla famiglia: apparteniamo infatti a una famiglia molto numerosa e coesa che vive tra Roma, Parma, Bologna, il lago di Garda e Verona. Poi abbiamo iniziato a coinvolgere alcuni amici, e man mano siamo arrivati a costruire una rete di oltre quaranta dimore dalle Alpi alla Sicilia.

Nel vostro sito spiegate che i vostri viaggi su misura non sono “percorsi didattici”, ma “itinerari culturali in senso ampio”. Che significa?

A: Troppo spesso siamo stati educati a pensare alla cultura come a un insieme di nozioni e date, una serie di informazioni da imparare. Alcuni elementi sono fondamentali per comprendere appieno il significato di certe esperienze, ma viviamo in una penisola ricchissima, dove ogni paese ha un modo diverso di fare il pane, dove in ogni valle si parla un dialetto diverso. Quello che cerchiamo di trasmettere ai nostri viaggiatori non è quindi solo un elenco di informazioni, ma è piuttosto il “genius loci”, il carattere dei luoghi. Sono le vite delle persone, le tradizioni, le storie e i sapori che caratterizzano un territorio.

Tra le vostre offerte ci sono anche il noleggio di auto d’epoca e i viaggi sportivi. Di che cosa si tratta?

A: L’Italia è la patria di Palladio ed Enzo Ferrari, della Mille Miglia e del concorso d’eleganza di Villa d’Este. In Italia abbiamo costruito ville come l’Isola del Garda e poi abbiamo inventato i motoscafi Riva per arrivarci con stile. È stato quindi per noi naturale sin dall’inizio proporre agli appassionati delle eccellenze italiane esperienze che potessero combinare “case e motori”, uno dei cocktail più seducenti che il nostro Paese possa servire. La nostra proposta circa i viaggi sportivi riguarda invece itinerari su velieri antichi o viaggi in bicicletta per scoprire le più belle case e i più bei paesaggi d’Italia a un ritmo diverso, assaporando ancora di più tutto ciò che il nostro Paese ha da offrire.

Dimora Beyond the Gates

Qual è il vostro target di riferimento? A chi sono principalmente indirizzate le vostre proposte?

G: Il nostro progetto mira ad accogliere chiunque sia curioso di conoscere l’Italia da una prospettiva del tutto nuova: quella delle dimore storiche. Chi viaggia con noi ha l’opportunità di vivere un’esperienza unica, costruita su misura per lui, e nella maggior parte dei casi di conoscere direttamente le persone che abitano stabilmente o che si occupano di questi straordinari luoghi. Viaggiare con noi non sempre è economico, ma significa dare il proprio contributo alla salvaguardia di un patrimonio immenso e difficile da mantenere. I proprietari delle case con cui collaboriamo, potete starne certi, utilizzeranno i ricavi delle visite per proseguire nei restauri, non certo per acquistare una barca più lunga.

Quali sono le principali nazioni di provenienza dei vostri clienti?

G: Siamo una realtà molto giovane, ma abbiamo richieste che provengono da tutto il mondo: sia Paesi più “classici”, come Stati Uniti, Inghilterra, Svizzera, sia dalle nuove grandi realtà geopolitiche quali Cina, India, Emirati Arabi Uniti, Brasile.

La clientela cinese è in aumento? Come vi siete attrezzati per dare vita a relazioni virtuose e gratificanti con il mercato della Cina?

A: Il 2018 sarà l’anno del turismo Europa-Cina. Abbiamo iniziato a collaborare con diversi attori presenti sul mercato cinese in quanto siamo ben consapevoli dell’interesse che un popolo appartenente a una civiltà così antica può avere per l’Italia. Tra l’altro noi siamo personalmente eredi una lunga tradizione di rapporti con la Cina: il Papa Paolo V Borghese, appartenuto alla nostra famiglia, fu il primo pontefice ad autorizzare i Gesuiti a tradurre in cinese le Sacre Scritture. Parliamo del 1615. E nel 1907, il nostro trisnonno, Scipione Borghese, vinse il Raid automobilistico Pechino-Parigi, in un’epoca in cui viaggiare in auto era tutt’altro che semplice e la rete stradale non era propriamente sviluppata. Questa impresa, compiuta oramai più di un secolo fa, dimostra che l’Europa e la Cina sono mondi molto più vicini di come a volte crediamo!

Dimora Beyond the Gates Dimora Beyond the Gates Dimora Beyond the Gates Dimora Beyond the Gates Dimora Beyond the Gates Dimora Beyond the Gates Dimora Beyond the Gates Dimora Beyond the Gates Dimora Beyond the Gates

Alessandro e Giacomo Cavazza

Alessandro e Giacomo Cavazza

Photos via:
https://www.beyondthegates.it

October 23, 2017

Beyond the Gates, la bellezza nascosta delle dimore storiche italiane

Roma
Beyond the Gates, sede operativa: largo Fontanella Borghese, 19
+39 380 7041376